lunedì 9 aprile 2007

I sincerely miss those heavy metal bands...

Secondo un'indagine svolta in Gran Bretagna dall'università di Warwick, una buona percentuale di ragazzi di età compresa tra gli 11 e 19 anni ascolta l'heavy metal per scaricare lo stress quotidiano, derivante dall'essere particolarmente brillanti a scuola e dall'avere una bassa autostima. Cioè i giovani con quoziente intellettivo più alto, che proprio per via della loro intelligenza trovano difficile inserirsi o adattarsi alla società, sceglierebbero questo tipo di musica per esprimere la loro rabbia.
Il tema è stato già egregiamente sviscerato da superqueen, io vorrei solo aggiungere un pensiero riconoscente ad alcune band per il sostegno psicologico offerto alla mia adolescenza: aerosmith, guns n'roses, bon jovi, skid row, faith no more, nirvana, pearl jam, soundgarden (ai puristi del metal probabilmente si drizzeranno i capelli ma io questi ascoltavo).
sarebbe interessante aggiungere un approfondimento di questo studio, dedicandolo a "ragazze con bassa autostima che si invaghiscono del batterista o del chitarrista della band, in quanto il frontman se lo è già preso la ragazza più brillante del gruppo" :-)

colonna sonora: Wilco - "Heavy Metal Drummer"

3 commenti:

Superqueen ha detto...

Ecco, sì, le ragazze più brillanti puntano sempre in alto...e molte volte ci riescono ad impalmare il frontman, vedi la moglie di Mike Patton (che tra l'altro dovrebbe essere di Monfalcone).

Astrid ha detto...

addirittura? non lo sapevo. io parlavo più che altro di una spartizione simbolica tra fan.

Astrid ha detto...

ho scoperto che a maggio il nostro uomo si esibirà a modena con un progetto intitolato Mondo Cane che "rivisita in modo imprevedibile grandi successi dell’età d’oro della canzone italiana: Mina, Tenco, Celentano..."
special guest: Roy Paci - altri dettagli qui